HomeNewsLeggi le testimonianze sul Project Work realizzato dai partecipanti al Master Gestione delle Risorse Umane

Leggi le testimonianze sul Project Work realizzato dai partecipanti al Master Gestione delle Risorse Umane

La formula Project Master tipica della metodologia didattica dei Master Post Laurea di Stogea permette ai "masterini", di solito privi di esperienza lavorativa, di entrare in contatto con il mondo del lavoro fin dalla fase d'aula.


I partecipanti al Master in Gestione delle Risorse Umane stanno realizzando infatti un Project Work per l' ATAF di Firenze, azienda di trasporto pubblico sotto la guida del dottor Mandarano.


Queste le impressioni dei protagonisti dopo il primo incontro:


Dottor Mandarano - Coordinatore del Progetto

Come nasce l'idea del Project Work e quali obiettivi si pone?

Dare l'opportunità agli studenti di sviluppare un paio di progetti ideati da ATAF Firenze, un' azienda di trasporto pubblico locale, su argomenti relativi alla gestione delle persone in azienda:


- compilare la Job Description per alcune figure professionali concordate

- compilare un Manuale di Comportamento per una specifica figura professionale (Addetto di Esercizio)


Con quali metodologie sarà raggiunto?

Sono previsti alcuni incontri con l'azienda per confrontarsi sugli aspetti più complessi. Inoltre, attraverso delle esercitazioni, si studieranno le modalità di lavoro più attinenti alle caratteristiche degli studenti, che si troveranno a cooperare all'interno di un gruppo di 5 persone.


Quali competenze e conoscenze acquisiranno i partecipanti alla fine del P.W. ?


- buone conoscenze e competenze sulle modalità di sviluppo di un progetto;

- sviluppo delle capacità di lavorare in gruppo, aumento della fiducia degli altri, incremento della propria autostima;

- buone conoscenze relative alle caratteristiche che deve avere una job description e su come si redige un manuale di comportamento;

- conoscenze delle complessità lavorative di alcune figure professionali in aziende la cui attività è particolarmente delicata com'è il caso di Ataf.


Dottoressa Ercoli - ATAF

Quali sono le aspettative dell'azienda?


Traccia n. 1: Compilazione della Job Description

La Job Description è un'evoluzione del vecchio mansionario: da una descrizione minuziosa dei compiti, si passa ad una più ampia descrizione di ciò che ci si aspetta dalle risorse umane in termini di risultati, attraverso l’adozione di comportamenti idonei all’interno dell’organizzazione.

Questo modello, valorizza le risorse umane perché le trasforma da semplici esecutori di procedure e di compiti, in interpreti dei valori aziendali e soggetti attivi nella realizzazione personale e dell’azienda.

Nello specifico si tratta di revisionare e aggiornare l’archivio dei profili delle posizioni aziendali, relazionandosi attraverso interviste con i vari settori e le varie strutture, attraverso il coordinamento di un collaboratore della Funzione Organizzazione e Sviluppo Risorse Umane (Dott.ssa Elena Ercoli).


Traccia n. 2: Stesura di un Regolamento/ Manuale di Comportamento

L’obiettivo di un Manuale di Comportamento è la condivisione e distribuzione al personale interessato di uno strumento di standardizzazione delle procedure lavorative e la formazione degli addetti riguardo a tutti gli aspetti riguardanti la mansione svolta.


Quali impressioni ha generato il primo incontro?

I Masterini si sono presentati al primo incontro ben preparati riguardo al materiale propedeuticodi presentazione dell’Azienda e hanno dimostrato di aver compreso le finalità dei progetti affidatigli, declinandoli perfettamente alle esigenze aziendali. La varietà dei background formativi e delle esperienze lavorative pregresse dei ragazzi costituirà certamente un patrimonio utile a svolgere con successo gli incarichi affidati.


Masterini


1. Quali sono state le impressioni alla luce del primo incontro?

2. Quali sono le vostre mansioni all’interno del progetto?

3. Cosa vi aspettate da questo progetto?


Fabio Zigomi


1. Ho avuto ottime impressioni, sia dal punto di vista organizzativo sia da quello qualitativo. La presentazione dell'azienda è stata propositiva e chiarificatrice. Abbiamo potuto inoltre interagire con alcuni dipendenti, disponibili a rispondere alle nostre domande. Il pranzo con i dipendenti Ataf è stata un'occasione ulteriore per comprendere il clima aziendale.


2. La mia mansione si sviluppa insieme alle altre in questa fase iniziale di studio e organizzazione. Nel frattempo si cominciano a delineare già alcune figure.


3. La possibilità di mostrare le capacità e le conoscenze acquisite negli anni. Un progetto di questa levatura inoltre arricchisce il cv in modo determinante.


Nicola Valentini


1. L'accoglienza dell'azienda è stata ottima, hanno risposto esaustivamente ad ogni nostra domanda (rendendosi più che disponibili con due persone a nostra disposizione per la mattinata). Ritengo che il progetto sia impegnativo e stimolante. L'incontro con la Dott.ssa Magini è stato chiarificatore e ci ha delineato con maggior precisione il nostro lavoro, illustrandoci come prima cosa quello che vorrebbe da noi e i mezzi che ci metterà a disposizione. Inoltre ci ha presentato quello che sarà il nostro contatto nell'Azienda per tutta la durata del Progetto.


2. Sostanzialmente dobbiamo compilare, come gruppo di lavoro con mansioni anche individuali, la Job description di diverse posizioni e scrivere il mansionario di un Addetto all'esercizio, sempre coordinati dal Dott. Mandarano.


3. Personalmente mi aspetto un grande momento di crescita, spendibile sia sul curriculum come vero e proprio progetto di lavoro sia come occasione di grande momento formativo. E' un progetto davvero stimolante e impegnativo ma che ci aiuterà a metterà in pratica subito diverselezioni teoriche e argomenti già trattati.


Nicola Garofalo


1. E' stata una esperienza utile perché presso gli uffici Ataf sono riuscito a comprendere meglio alcuni aspetti e nozioni fino ad all'ora solo teoriche. La responsabile HR (Dott.ssa Magini) inoltre è stata molta brava nel spiegarci tutto il funzionamento della società e nel rispondere alle nostre domande con delle ottime spiegazioni.


2. Per il progetto abbiamo deciso di lavorare in un gruppo unico per sfruttare al meglio le capacità individuali. Ognuno di noi curerà un aspetto del progetto confrontandosi sempre con quello degli altri.


3. Da questo progetto mi aspetto una vera e propria prova di maturità perché dovremo essere in grado di preparare tutto il materiale e presentare il progetto agli addetti ai lavori di Ataf. In conclusione spero di dare una buona impressione e di riuscire a fare un lavoro utile per la società Ataf con la collaborazione fondamentale dei miei colleghi.


Stefania Loffredo


1. Ho avuto un'ottima impressione dell'azienda, sono soddisfatta della visita in quanto ho potuto capire i meccanismi complessi che regolano l'attività di Ataf e di conseguenza comprendere meglio il lavoro che dovremmo svolgere.


2. Lavoriamo alternativamente sulla figura dell' Ade e sulla job description delle varie figure aziendali.


3. Capire alcune dinamiche aziendali che mi aiuteranno a crescere professionalmente.


Maria Pia Suriano


1. Reputo interessante la gestione e l'organizzazione delle risorse umane all'interno di un azienda così complessa. E' ovvio però che per comprendere a pieno questa complessità bisognerebbe entrare praticamente in quella realtà aziendale.


2. Capire prima di tutto di quali ruoli ci occuperemo e in base a ciò stilare un regolamento per gli Ade (Addetti all'esercizio) e per la Job Description.


3. Riuscire a centrare l'obiettivo nella maniera più efficace possibile, tenendo comunque conto della nostra inesperienza.